Home

Visit Rome following 8 XVIIIth century itineraries XVIIIth century Rome in the 10 Books of Giuseppe Vasi - Le Magnificenze di Roma Antica e Moderna The Grand View of Rome by G. Vasi The Environs of Rome: Frascati, Tivoli, Albano and other small towns near Rome A 1781 map of Rome by G. Vasi An 1852 map of Rome by P. Letarouilly Rome seen by a 1905 armchair traveller in the paintings by Alberto Pisa The 14 historical districts of Rome An abridged history of Rome How to spend a peaceful day in Rome Baroque sculptors and their works The coats of arms of the popes in the monuments of Rome Pages on a specific pope Pages complementing the itineraries and the views by Giuseppe Vasi Walks in the Roman countryside and in other towns of Latium following Ferdinand Gregorovius A Directory of links to the Churches of Rome A Directory of links to the Palaces and Villas of Rome A Directory of links to the Other Monuments of Rome A Directory of Baroque Architects with links to their works A Directory of links to Monuments of Ancient Rome A Directory of links to Monuments of Medieval Rome A Directory of links to Monuments of Renaissance A Directory of links to Monuments of the Late Renaissance A list of the most noteworthy Roman Families Directories of fountains, obelisks, museums, etc. Books and guides used for developing this web site An illustrated Glossary of Art Terms Venice and the Levant Roman recollections in Florence A list of Italian towns shown in this web site Venetian Fortresses in Greece Vienna seen by an Italian XVIIIth century traveller A list of foreign towns shown in this web site
What's New!

Detailed Sitemap

All images © by Roberto Piperno, owner of the domain. Write to romapip@quipo.it. Text edited by Rosamie Moore.

Fortresses of the Knights Lero (Leros)

Date fondamentali:
1310 L'isola viene acquisita dai Cavalieri di S. Giovanni, i quali dopo aver lasciato la Palestina avevano costituito a Rodi un loro piccolo stato.
1457/1460/1502/1505 Tentativi ottomani di conquistare l'isola
1522 Il Sultano Solimano il Magnifico conquista Rodi e i Cavalieri nell'atto di capitolazione rinunciano a tutti i loro possedimenti nell'Egeo
1648 I Veneziani si impadroniscono per poco tempo dell'isola
1912-43 Amministrazione Italiana

View of the fortress
Veduta della fortezza

La fortezza di Lero è situata su una collina rocciosa sulla costa orientale dell'isola: è composta di tre cinte murarie: l'attuale aspetto è dovuto alle modifiche fatte dal Gran Maestro Emmery d'Amboise (1503-1512).

Inner part of the fortress
Parte interna della fortezza

Secondo un racconto leggendario nel 1505 o nel 1506 il corsaro ottomano Kemal Rais sbarcò di notte con 500 uomini e si nascose fino all'alba: sperò così di prendere la fortezza con una azione di sorpresa mentre i difensori erano impegnati nei campi. Un solo cavaliere era rimasto nella fortezza; quando si avvide dell'arrivo degli Ottomani fece indossare le armature alle donne ed ai bambini e tutti assieme corsero sugli spalti; gli assalitori si persero d'animo ed abbandonarono l'impresa.

Coats of arms of the Grand Masters and lintel of the churches
Stemmi del Gran Maestro d'Amboise (sopra) e del comandante della fortezza (sotto) ed architravi delle chiese

La fortezza conserva alcune memorie del tempo dei Cavalieri ed alcune antiche chiese; la sua parte superiore tuttavia fu molto danneggiata durante la Seconda Guerra Mondiale: gli Italiani avevano fortificato Lero con l'ambizione di farne la "Malta dell'Egeo" ed utilizzavano un suo ampio e profondo porto naturale sulla costa occidentale come base della Regia Marina. Dopo l'8 settembre 1943 i Tedeschi bombardarono il presidio italiano ed infine con un lancio in grande stile di paracadutisti si impadronirono dell'isola nel novembre successivo. La guarnigione italiana fu sterminata.

Passage to the keep and view towards the sea
Passaggio verso il castello superiore e veduta verso il mare

L'alta scogliera impediva attacchi dal mare e le tre cinte murarie rendevano difficoltosi quelli da terra; così la fortezza di Lero respinse in quattro occasioni gli assalti degli Ottomani.

Views
Veduta verso nord (a sinistra) e verso sud (a destra)

Lero è costituita dalla cresta di una catena di montagne: ha quindi forma molto allungata ed in alcuni punti è assai stretta: le sue baie sono ottimi porti naturali.

Bourtzi
Veduta del e dal fortino ottomano sul mare (Bourtzi)

Nel 1648 i Veneziani presero Lero e nello stesso anno occuparono molte altre isole dell'Egeo: furono così in grado di bloccare i rifornimenti che arrivavano da Siria ed Egitto a Costantinopoli. Dopo che le isole tornarono in loro mano gli Ottomani si preoccuparono di rafforzarne le difese: a Lero costruirono una piccola fortificazione a protezione della baia ai piedi del castello.